Recensioni: Libri

  •  "Manuale di autodifesa verbale" di Barbara Berckhan edito da Apogeo  2012.
    Recensione: testo di comunicazione non violenta, l’autrice , formatrice di fama internazionale, conduce il lettore  a trovare modalità facilmente attuabili di comunicazione non violenta anche con interlocutori "non amabili"

  • "La Comunicazione ecologica. Manuale per la gestione dei gruppi di cambiamento sociale" di Liss Jerome edito da "La Meridiana"
    Recensione: testo pratico di comunicazione “felice” per favorire  stili comunicativi non violenti

  •  "Se sei triste guarda il cielo" di  Shibata Toyo edito da  Mondadori
    Recensione: libro di brevi , divertenti e sagge poesie scritte da una donna giapponese di 98 anni che a 90 anni ha ritrovato la speranza di vivere

  • "Le persone sensibili hanno una marcia in più" di Rolf Sellin edito da Apogeo
    Recensione: come trasformare l’ipersensibilità da svantaggio a vantaggio, libro di facile lettura con esempi facili ed applicabili

  • "Nove vite come i gatti.I miei primi 90 anni,laici e ribelli" di Margherita Hack edito Rizzoli
    Recensione: una donna novantenne incredibilmente vivace, una vita raccontata che stimola a riflettere

Recensioni: Cinema

  • "Si può fare"  regia Giulio Manfredonia 2008 con Claudio Bisio
    Recensioni: una comunità terapeutica , un nuovo approccio alle    persone che ci vivono ed una progettualità costruita sul “fare  assieme” produce risultati inaspettati. Tratto dalla storia vera di una comunità terapeutica italiana.

  • "Marigold hotel" regista  John Madden  2012
    Recensione:  trama semplice e profonda allo stesso tempo che riempie di entusiasmo e di gioia lo spettatore

  • "E ora dove andiamo?"  regista Nadine Labaki 2011
    Recensione: il film  tratta un tema attuale ,come quello dell’integralismo religioso, facendolo con delicatezza e humor.  Ambientato in Libano bombardato da divisioni umane,sociali e religiose, con musulmani e cattolici perennemente sul piede di guerra. Il film è un concentrato di trovate legate tra loro dalla volontà di smascherare l’dio che sia religioso,di razza, sessuale o anche solo generazionale attraverso la fraternità e l’uguaglianza.

  • "L’onda" regista Dansel Dennis  2008
    Recensione : tratto da una storia vera accaduta in Germania negli ultimi anni . Un professore  tiene per una settimana un corso sull’autoritarismo. Il gruppo di studenti si chiamerà “L’onda” .  La situazione degenera ed evidenzia  la capacità di critica di alcuni studenti  rispetto ad altri e l’incapacità di alcuni adulti ad essere prima di tutto individui consapevoli del loro potere come educatori.

  • "La classe" regista Laurent Cantat  2008
    Recensione : il film è ambientato in una scuola decentrata quasi alla periferia di Parigi concentrandosi su una classe in particolare, composta da venticinque studenti di nazionalità francese ma di provenienza eterogenea, dal Marocco alla Cina, dalle Antille al Mali.  Durante le ore di lezione, il professore entra in contatto con i suoi studenti, prova a fare uscire fuori i sentimenti, le aspirazioni, dando valore ad ognuno di loro. Li rispetta ma al tempo stesso non perde mai di vista quelle che sono le sue funzioni di educatore, costringendo gli studenti a mantenere la giusta distanza di rispetto. Oltre al rapporto con gli studenti, il film mostra anche tutto quello che accade all’interno delle mura della scuola, dai collegi docenti ai ricevimenti pomeridiani con i genitori, alle discussioni fra professori.  La classe non è solo un film sulla scuola, su come funziona oggigiorno, quali sono le sue mancanze e i suoi difetti; è un film sull’insegnamento, sul valore che questo ha nel mondo di oggi come base per il futuro dei ragazzi, è un film sullo stare a scuola, da entrambe le parti della cattedra, che aiuta a capire meglio sia insegnanti che alunni.

Chi Siamo

La Polisportiva Aurora è un’associazione (sportiva e non solo) fondata da operatori ed utenti del servizio di salute mentale con l’appoggio di altre risorse umane del territorio.

Cosa ci proponiamo

La vera rivoluzione consiste nel tentativo di creare opportunità di lavoro per gli utenti, si tratta di destinazioni di vario genere che spaziano dalla temporaneità fino a impieghi a carattere continuativo con la conseguente crescita di consistenza dei compensi

Quando è stata fondata?

La "Associazione Sportiva Dilet-tantistica Aurora" è stata  costituita nel 1994 per volontà di alcuni operatori medici e non medici, volontari, utenti e loro familiari.

Dove trovarci

Associazione Sportiva Dilettantistica A.S.D. Aurora 
Via Attilio Ciardi, 20 – Zona S.Paolo 59100 Prato (PO)
C.F. 92030280488 Tel. 0574 870.345